Treviso: grande vittoria di Adl Cobas e dei lavoratori consorzio DVT nei magazzini XLog del gruppo Geox

RICONOSCIUTO IL QUINTO LIVELLO PER TUTTI I LAVORATORI E LA PAUSA DI MEZZ’ORA PAGATA PER I TURNISTI

Dopo mesi di mobilitazioni, assemblee ed incontri, fino alla proclamazione dello stato di agitazione, il Consorzio DVT, che gestisce i magazzini di XLog/Geox a Montebelluna (TV) ha finito per cedere ed accogliere le principali richieste dei lavoratori e di ADL COBAS:
A partire dal mese di Luglio 2015, secondo un criterio di anzianità di assunzione tutti i lavoratori (circa 250) passeranno al Quinto Livello.
Dal mese di Luglio sarà riconosciuta ai turnisti la pausa di 30 minuti pagata;
Come avevamo richiesto nei magazzini ci sarà una sola Cooperativa, la Cooperativa Venere, che assumerà TUTTI I LAVORATORI IN FORZA, alle stesse condizioni, senza periodo di prova, con la stessa anzianità e lo stesso livello;
Non ci sarà nessuna prestazione di lavoro gratuito.

Per mesi ci avevano detto che queste richieste erano impossibili da realizzare, addirittura la CGIL ed il Consorzio hanno tentato di ribaltare la situazione affermando che c’era la crisi e che i lavoratori dovevano lavorare mezz’ora gratis al giorno per risanare il bilancio delle Cooperative!
Ancora una volta ci tocca segnalare l’incredibile ruolo di crumiraggio e minaccia della CGIL che per anni è stata l’unica organizzazione sindacale presente nei magazzini ed è stata complice della incredibile situazione che si era creata: hanno difeso fino all’ultimo l’accordo sulla Banca Ore, che serviva a non pagare lo straordinario, sostenendo che senza di quella i lavoratori avrebbero perso il permesso di soggiorno; hanno detto che ADL COBAS voleva far licenziare i lavoratori e far finire sul lastrico 300 famiglie; hanno proposto di lavorare mezz’ora gratis al giorno; hanno fatto firmare accordi capestro ai lavoratori durante i cambi di appalto; hanno taciuto sul fatto che metà dei lavoratori avevano contratti a termine; una vergogna ….

In pochi mesi invece con l’unità e la determinazione dei lavoratori abbiamo ottenuto gli arretrati di 13° e 14°, l’abolizione della Banca Ore ed il riconoscimento di tutte le maggiorazioni per lo straordinario, la stabilizzazione di oltre 100 lavoratori, la fine dei turni massacranti con pause di 2 ore non retribuite.
Inoltre l’accordo siglato in questi giorni, oltre alla pausa di mezz’ora pagata, riconosce condizioni migliorative anche rispetto al CCNL con l’adeguamento al Quinto Livello di tutti i lavoratori: si tratta di un incremento mensile di oltre 250 euro che compensa il duro lavoro dei facchini.
In questo senso possiamo affermare che le lotte degli ultimi anni a livello nazionale stanno facendo scuola, stimolando un nuovo protagonismo dei lavoratori della Logistica ed obbligando le grandi e multimiliardarie aziende come XLOG/Geox a redistribuire parte della ricchezza verso il basso, verso quei lavoratori che per anni sono stati supersfruttati e discriminati.

29.05.2015

Adl Cobas Treviso

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •