Agenzia Entrate Veneto: salario accessorio e sciopero del 2 dicembre FRD (Fondo Risorse Decentrate) 2020, si possono aprire i tavoli di trattativa locale , ma su che basi?

Lo diciamo forte e chiaro: ci batteremo affinché non si svolga la trattativa tra rsu, oo.ss. e direzione degli uffici senza averne prima discussi i criteri in assemblea con i lavoratori. Il FRD 2020 ( professionalità e produttività) riferendosi al primo anno in cui è dilagato il covid con il

Continua a leggere

25 Novembre 2022 – Il lavoro povero è violenza. Cronaca Giornata contro il lavoro povero e le paghe da fame, per il salario minimo e il reddito universale

Il 25 Novembre, Giornata mondiale contro tutte le forme di violenza sulle donne che quest’anno curiosamente coincide anche con il cosiddetto Black Friday, oltre a ricordare i femminicidi, la violenza fisica, psicologica e istituzionale che quotidianamente le donne  subiscono, abbiamo ribadito che il lavoro povero e’ una forma di violenza.

Continua a leggere

APPELLO PER UNA MANIFESTAZIONE REGIONALE DI CONVERGENZA DELLE LOTTE PER VENERDI’ 2 DICEMBRE. CONCENTRAMENTO PIAZZALE STAZIONE PADOVA ORE 9,30

Venerdì 2 dicembre è stata proclamata da varie sigle del sindacalismo di base una giornata di sciopero nazionale con manifestazioni nelle quali vanno poste alcune delle questioni centrali di questa fase che vanno dalla guerra, alla crisi climatica, alla questione del carovita, dei salari bassi, dei diritti sociali, ecc. Come

Continua a leggere

BASTA LAVORO POVERO, BASTA PRECARIETÀ! REDDITO UNIVERSALE E SALARIO MINIMO PER TUTTI E TUTTE! VENERDI 25 NOVEMBRE GIORNATA DI MOBILITAZIONE NAZIONALE CONTRO IL LAVORO POVERO, PER L'INNALZAMENTO DEI SALARI E IL SALARIO MINIMO DI ALMENO 10 € ALL’ORA PER LA DIFESA E L'ESTENZIONE UNIVERSALISTICA DEL REDDITO DI CITTADINANZA

Il 25 novembre, quest’anno curiosamente è fondamentale giornata mondiale di lotta contro tutte le forme di violenza sulle donne che celebrazione laica del modello di sfruttamento capitalistico globale incarnata nel black friday, ci mobiliteremo in una situazione salariale e lavorativa ancor più aggravata dalla crisi pandemica. Nell’ultimo trentennio in Italia

Continua a leggere