Sabato 16 Giugno – Manifestazione con presidio

Si è svolta Sabato la manifestazione, anticipata da un presidio, contro il razzismo istituzionale di Salvini e in ricordo di Sacko!
Molti facchini della logistica e lavoratori di fabbriche e società della provincia padovana ma non solo, sono intervenuti e hanno sfilato insieme a numerose realtà del territorio, tra cui le associazione studentesche, associazioni di migranti e quelle antirazziste.
Durante tutto il corteo si è sottolineata in particolare la complicità delle dichiarazioni razziste di Salvini con il clima di odio e tensione che si sta vivendo nel paese oggi. La stessa morte di Sacko è certamente legata ad un ottica di criminalità del territorio, ma “accompagnata” dai discorso di violenza e caccia al migrante da parte del governo.
Si vuole chiaramente alimentare la guerra tra poveri nascondendo da una parte l’incapacità del governo di dare risposta ai reali bisogni di lavoratori e cittadini, in termini di reddito, casa e welfare, dall’altra continuare a sfruttare i migranti nelle campagne, nei posti di lavoro più duri e pericolosi tenendo delle paghe bassissime e condizioni vicine alla schiavitù, continuando a supportare un sistema di inclusione differenziata.
Le varie voci del corteo hanno urlato come solamente uniti, italiani e migranti, possiamo davvero alzare l’asticella dei diritti per tutt@ e cacciare da questo paese ogni rigurgito razzista e fascista.

“La pacchia e’ finita” l’assassinio di Soumaila Sacko e’ frutto dell’odio e del razzismo seminati da Salvini & c.

Manifestazione con presidio davanti alla prefettura di padova

sabato 16 giugno ore 17

Un crimine efferato e tremendo che esemplifica in maniera drammaticamente concreta il salto di qualità che incarna il nuovo governo giallo-nero. Il governo M5S – Lega si presenta così, con il marchio della morte degli ultimi. Con la caccia diffusa all’ uomo nero intesa ad incutere un terrore tale da impedire il solo pensiero di traversare il Mediterraneo. Stanno istigando alla strage dei migranti, vogliono piazzare Centri di Espulsione in ogni città, legittimare la tratta degli schiavi in agricoltura e non solo. A tutto questo è funzionale il terrore che si produce con i barbari assassini di migranti a cui abbiamo assistito in
questi ultimi mesi.
Contro tutto questo dobbiamo ribellarci riprendendoci le piazze e impedendo con le lotte che la ditta Salvini & C possa avere campo libero nella costruzione di una società dove basta avere la pelle di colore diverso per rischiare di essere ammazzati.

ADERISCONO: ASU – SINDACATO DEGLI STUDENTI – CSO PEDRO – ASS. RAZZISMO STOP – POLISPORTIVA SAN PRECARIO – SCONFINAMENTI PADOVA – ASD QUADRATO METICCIO – CUB POSTE – COBAS SCUOLA – SINISTRA ITALIANA – COALIZIONE CIVICA PADOVA – ADI ASSOCIAZIONE DOTTORANDI ITALIANI – BORAMOSA – VALIDE ALTERNATIVE PER L’INTEGRAZIONE – AMNESTY INTERNATIONAL PADOVA

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •