Comune di Padova – Andare al lavoro in bicicletta ma non solo!

Comune di Padova – Andare al lavoro in bicicletta ma non solo!

L’Amministrazione tramite l’Assessore al Personale dichiara oggi che si è finalmente riusciti ad approvare un progetto che consente ai dipendenti di andare a lavorare in bicicletta e vedere questo sforzo premiato con una cifra simbolica per ogni km percorso dall’abitazione al posto di lavoro.

Noi siamo felici che questo percorso sia giunto ad una, anche se temporanea conclusion ma riteniamo corretto evidenziare il percorso che ci ha portati a questo..

Questo percorso l’abbiamo proposto ed iniziato ancora nel 2019 con l’allora Assessore alla Mobilità Ing. Arturo Lorenzoni, iniziato non solo con la proposta rivolta ai soli dipendenti del Comune di Padova, ma allargata a tutti i dipendenti pubblici di Padova, infatti si sono fatte più riunioni con Università, Azienda Ospedaliera, Provincia, Agenzia Entrate al fine di affrontare questa tematica in modo sistematico e capace di incidere effettivamente rispetto alla mobilità sia in termini di risparmio energetico, sia in termini di miglioramento della qualità dell’aria e del traffico cittadino sopratutto nelle ore di punta.

In queste poche riunioni interrotte poi purtroppo dall’avvento della pandemia si era iniziata ad articolare una proposta che sicuramente avrebbe dato un impronta diversa alla mobilità dei lavoratori pubblici.

Crediamo quindi che oggi sia necessario per diversi motivi primo fra tutti la qualità dell’aria, e poi a seguire la salute, la mobilità ed il traffico, proseguire in quel percorso iniziato nel 2019 e poi interrotto a causa della pandemia, crediamo necessario riportare tutti i soggetti interessati al tavolo per affrontare compiutamente e stabilmente un progetto utile a tutta la città.

Per questo riteniamo positiva l’attivazione fatta dal Comune di Padova di questo progetto anche se riguarda solo i dipendenti comunali, ma riteniamo necessario dare continuità a questa operazione è quindi fondamentale andare oltre alla temporalità imposta dalle risorse stanziate, è necessario garantire risorse non legate alla temporalità proprio per introdurre nuovi modi comportamentali nella mobilità che ridiano fiato ed una prospettiva di aria più pulita alla nostra città.

Invitiamo quindi l’Amministrazione futura quale essa sia a proseguire su questa strada, ad allargare la partecipazione a questo importante progetto a tutti gli enti pubblici padovani, ed inoltre chiediamo ancora una volta di provare ad allargare il progetto anche nei confronti del trasporto pubblico con agevolazioni e minor costi che inducano i lavoratori ad usare mezzi, che anche in vista delle prossime riorganizzazioni ed investimenti sarà sicuramente meno inquinante e più veloce.