Negata l’assemblea indetta per Venerdì 11 Marzo dalla Rsu della Dp di Padova all’esterno dei tornelli del compendio di Marghera

image002.jpg L’assemblea era stata indetta dalla Rsu della DP di Padova con il chiaro intento di essere imitata dalle altre Rsu delle Entrate del Veneto al fine di dare vita ad una grande assemblea regionale “sotto-casa” della DRE per ottenere , a partire dai due colleghi della DP di Padova, che il 22 marzo sono chiamati in sede giudiziale solo per aver svolto quanto indicato dal proprio datore di lavoro, l’Agenzia, sulla problematica della tutela del dipendente a partire anche dal garantire la sua difesa sia con la tutela dell’avvocatura dello Stato che con il garantire la possibilità di una difesa privata anticipandone le spese in base all’art.21 del regolamento.

La DRE del Veneto si sta comportando, a nostro avviso, come le famose tre scimmiette del non vedo, non parlo, non sento, arrivando perfino a negare la possibilità di una assemblea regionale costruita dal basso , dalle rsu e dalle assemblee d’ufficio, per paura del libero pensiero dei suoi dipendenti giustamente incazzati per non sentirsi protetti dai rischi professionali.
I motivi addotti per questo diniego, non valgono neanche la pena di essere riportati, basti pensare che un’analoga assemblea, nel piazzale del Compendio di Marghera, indetta con le stesse modalità , ossia dalle rsu, sulla problematica dell’orario, fu concessa! Come ADL Cobas non possiamo che stare dalla parte dei lavoratori e chiediamo alle sigle sindacali maggiormente rappresentative a livello nazionale di offrirsi per indire l’assemblea, negata alle rsu, come OO.SS. Riteniamo altresì’ che lo sganciare la responsabilità del procedimento dal singolo lavoratore assegnatario della pratica e radicarla in capo alle figure apicali della catena lavorativa (dirigenti e capi area) sia un passaggio utile da ottenere in tutte le realtà.. Riteniamo inoltre che ci sia la necessità, anche in termini contrattuali, di una norma che tuteli i rischi professionali in cui i lavoratori incorrono durante l’espletamento della propria attività lavorativa trovando soluzioni che valgano per tutti e non siano onerose.

I motivi che avevano originato l’idea dell’assemblea regionale sulla tutela del dipendente permangono tutti: relazioniamoci per trovare insieme le modalità per attuare questo confronto!

Tocca uno, tocca tutti: a fianco dei due colleghi della DP di Padova che il 22 marzo sono convocati in tribunale a Padova. Per il diritto all’anticipo delle spese processuali per garantire la scelta nella difesa.

Scarica il volantino

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •