Dove sta la perequazione per i salari più bassi del Pubblico Impiego?

Il messaggio dell’INPS n. 3224/2018 del 30/08/2018 chiarisce in maniera definitiva che “l’elemento perequativo” in realtà è solo una povera “una tantum” elargita fuori busta.

L’elemento perequativo, che troviamo in tutti e 4 i CCNL del Pubblico Impiego,e la cui finalità è quella di non far perdere alle fasce più base gli 80 euro già elargiti da Renzi, e di far raggiungere gli 85 euro lordi medi di aumento, vale solo per 10 mesi, dal 1/3/2018 al 31/12/2018, e, come emerge in maniera chiarissima dal documento Inps (che alleghiamo integralmente) è effettivamente solo una povera “una tantum” elargita fuori busta, cosi’ come avevamo già affermato come sindacato di base, visto che non viene considerato agli effetti dell’indennità di buonuscita o di anzianità, del trattamento di fine rapporto, dell’indennità sostitutiva del preavviso nonché dell’indennità in caso di decesso. In sintesi quello chè è stato pomposamente definito “elemento perequativo” nei 4 CCNL sottoscritti, da CGIL CISL UIL e da alcuni sindacati autonomi, senza nemmeno consultare prima i lavoratori come sarebbe giusto (visto che i CCNL valgono per tutti i lavoratori, anche per chi non è iscritto a quei sindacati che hanno firmato), non perequa ma elargisce briciole e per giunta solo fino al 31/12/2018. L’ “elemento perequativo” è stato inserito dalle seguenti disposizioni nel testo dei 4 CCNL sottoscritti nel febbraio-maggio 2018: articolo 75 del CCNL relativo al personale del comparto “Funzioni Centrali”, triennio 2016-2018; articoli 37, 62, 88, 93 e 107 del CCNL relativo al personale del comparto “Istruzione e Ricerca”, triennio 2016-2018; articolo 66 del CCNL relativo al personale del comparto “Funzioni Locali”, triennio 2016-2018; articolo 78 del CCNL relativo al personale del comparto “Sanità”, triennio 2016-2018.

La perequazione, il trasformare in realtà lo slogan “a pari lavoro, pari salario” è invece una cosa seria su cui, per quello che sta nelle nostre forze, ci impegneremo sia nella trattativa a livello locale con i nostri delegati rsu e come sindacato, sia rispetto ai nuovi CCNL visto che a dicembre sono già in scadenza!

Veneto, 3/09/2018 ADL Cobas

messaggio_n.3224_dell_inps_su_elemento_perequativo_dei_dipendenti_pubblici.pdf

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •