Sesa e Comune di Este: lavoratori lasciati a casa senza prospettive

Il 22/11/2017 si è tenuto l’incontro sindacale tra i rappresentanti sindacali dell’ADL COBAS, il Consorzio Work Service Group e la cooperativa Work Ambiente, appaltanti della SESA SPA di Este.
L’incontro era stato richiesto, senza risultato, per affrontare alcune irregolarità che erano state segnalate all’ADL COBAS dai soci lavoratori della cooperativa Work Ambiente. Quattro giorni dopo l’adesione al sindacato, però, la cooperativa comunica ai lavoratori la decisione di sospenderli dal lavoro e di ritenersi a disposizione per altri cantieri.
Solo in seguito alla mobilitazione dei lavoratori davanti ai cancelli della SESA è stato possibile concordare un incontro sindacale per affrontare le varie problematiche.
Durante tale incontro sono state affrontate le questioni relative alle irregolarità nelle buste paga ed ai difficili rapporti con Work Ambiente e con i responsabili di SESA. La cooperativa ha dato la propria disponibilità ad affrontarle e risolverle ed avremo modo nei prossimi giorni di verificarlo.
È invece emersa la grave responsabilità della SESA SPA nel determinare la situazione venutasi a creare nel cantiere di Este, dove è stato comunicato un fermo impianto, senza un adeguato margine di preavviso e senza alcuna pianificazione che tenesse nella dovuta considerazione l’impatto sociale sui lavoratori interessati.
Sono stati sospesi dal lavoro tutto il personale del reparto “Carta e Secco” , avvisati dalla cooperativa attraverso un SMS inviato il venerdì precedente. Una sospensione di cui non è dato conoscere i termini poiché nella comunicazione ufficiale all’appaltante, la SESA è estremamente vaga circa i tempi del fermo impianto.
Un atteggiamento sprezzante della vita e della dignità dei lavoratori coinvolti assolutamente intollerabile.
Tantomeno da una azienda controllata da un ente pubblico, il comune di Este, e quindi gestita con i soldi pubblici.
Sia la SESA che l’amministrazione di Este sono anche responsabili di aver permesso, per anni, che le varie cooperative succedutesi negli appalti, avessero dei rapporti di lavoro poco chiari e irregolari con i propri soci/dipendenti.
La richiesta di un incontro congiunto con l’Amministrazione di Este, la SESA, la cooperativa Work Ambiente ed il consorzio Work Service Group non ha avuto ancora un riscontro concreto.
Per questo i lavoratori hanno deciso di riproporre un presidio davanti alla SESA, con volantinaggio e conferenza stampa, a partire dalle ore 9.00 di oggi, martedì 5 dicembre 2017.
Durante il presidio una quindicina di lavoratori con i rappresentanti dell’ADL COBAS si sono recati presso gli uffici della SESA ottenendo, dopo il silenzio di questi giorni, un incontro sindacale, fissato per domani mattina alle ore 10,00.
Il presidio verrà allestito anche domani mattina dalle ore 9,00 e proseguirà per tutta la mattinata, qualora l’esito dell’incontro non soddisferà le richieste dei lavoratori.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •