Carrefour – Domeniche e integrativo aziendale: va sempre peggio!

BASTA CON LE TRUFFE ED I RICATTI MENTRE CARREFOUR CONTINUA A FARE PROFITTI SULLA PELLE DEI LAVORATORI.

DOMENICHE E INTEGRATIVO AZIENDALE:
PER I LAVORATORI VA SEMPRE PEGGIO!

Alla fine di Marzo Carrefour e Triplice sindacale hanno rinnovato il Contratto Integrativo Aziendale ma ancora una volta per i lavoratori ci sono solo brutte notizie:

– Hanno tolto l’Importo Fisso Aggiuntivo;
– Hanno tolto il Gettone Presenza per il Lavoro domenicale.

Inoltre Carrefour, insieme a Federdistribuzione, si sta rifiutando di rinnovare il Contratto Nazionale e approfitta di salari bloccati da oltre due anni, senza nessun adeguamento al costo della vita.

E nonostante tutto questo in questi giorni hanno avuto nuovamente il coraggio di far circolare la stessa vergognosa lettera per chiedere la disponibilità alle domeniche anche ai lavoratori che ne sono esentati di diritto. Il sistema è sempre lo stesso con cui vogliono far apparire che i lavoratori decidano liberamente di dare la loro disponibilità alle domeniche! E pur di avere questa disponibilità stanno facendo ricatti e false promesse individuali.
Però la verità è una sola:

Vogliono la disponibilità per sempre, a tempo indeterminato, per il lavoro domenicale ed in cambio non danno assolutamente NULLA!
Per questo invitiamo tutti i lavoratori a non cedere a questo ricatto e a non firmare nessuna lettera truffa.

Per Carrefour ormai la crisi è diventata solo uno spauracchio da agitare per far ingoiare di tutto ai lavoratori, mentre nella realtà Carrefour macina profitti sempre più alti.

Mentre non c’è nessun intervento per ridurre le inefficienze, gli sprechi, la mancanza di un vero piano di rilancio, ai lavoratori si chiede di fare lo stesso lavoro (comprese le domeniche) con salari sempre più bassi e con l’obiettivo di:

– ridurre al massimo il personale a tempo indeterminato,
– tenere i salari bloccati senza il rinnovo del Contratto Nazionale
– cancellare tutti i bonus previsti dall’Integrativo Aziendale,
– considerare la domenica un giorno di lavoro ordinario;
– avere la massima flessibilità su orario, senza nessuna contropartita,
– scaricare il più possibile i costi sull’INPS con gli ammortizzatori sociali.

Inoltre ripetiamo ancora una volta:
Perché non forniscono mai ai lavoratori i DATI REALI SULL’UTILIZZO DEI CDS E DELLA CASSA INTEGRAZIONE? Hanno paura che ci rendiamo conto dei dati gonfiati? Perché le RSA non pretendono tali dati?
Perché non ci mostrano davvero QUANTI POSTI DI LAVORO SONO STATI AFFIDATI A SOCIETA’ ESTERNE (con lavoratori ovviamente sottopagati)?
Perché non ci mostrano I GIOCHI SOCIETARI DI SCATOLE CINESI CON CUI CARREFOUR PRIVATIZZA I PROFITTI E SCARICA LE PERDITE SUI LAVORATORI?

NON CEDIAMO ALLE LUSINGHE INTERESSATE ED ALLE FALSE PROMESSE CHE STANNO FACENDO.
E’ un brutto film già visto l’anno scorso: prima si prendono la disponibilità alle domeniche e poi si rimangiano tutte le promesse.

La battaglia in corso riguarda migliaia di lavoratori che hanno di fronte dei colossi mondiali della distribuzione che godono anche della complicità di chi dovrebbe difendere i lavoratori.

E’ una battaglia difficile, però anche questi colossi non vincono sempre, ognuno di noi deve cominciare con un piccolo grande NO!

Lavoratori Carrefour – Marcon
ADL COBAS

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •