Padova – Giovedì di picchetti e corteo per l’ultima giornata di sciopero nazionale

L’ultima giornata di sciopero nazionale è partita a Padova e provincia sin dalle 6 del mattino, dove i lavoratori dei magazzini Unicomm e Aspiag, “soci” della cooperativa MG service si sono trovati dapprima davanti al magazzino di Dueville per poi muoversi verso il magazzino di San Pietro in Gu e poi quello di Mestrino.
Una vertenza che va avanti e che avrà delle prossime mobilitazioni nei giorni a venire, nel caso la cooperativa non accetti le richieste fatte dai lavoratori.
Allo stesso orario partiva invece in zona industriale a Padova, un presidio di molti lavoratori dei principali magazzini della logistica di Interporto, da Tnt , Acqua e Sapone, Bartolini, Gls, etc..
Verso le 11 invece un corteo di macchine e motorini e biciclette passava davanti ai vari magazzini denunciando le situazioni presenti e l’accordo bidone firmato da Cgil Cisl e Uil per il rinnovo del CCNL.

Questo il volantino distribuito:

OGGI SCIOPERO IN TUTTI I MAGAZZINI MG

CONSORZIO SYSTEMA, UNICOMM E ASPIAG, VOGLIAMO REDDITO E GARANZIE! E’ IL MOMENTO CHE ANCHE I COMMITTENTI DELL’AGROALIMENTARE E LEGACOOP SI FACCIANO CARICO E COMPRENDANO LE CONDIZIONI E LE CONQUISTE OTTENUTE NELLA MAGGIOR PARTE DEI MAGAZZINI!

Dopo 3 incontri con i rappresentanti della cooperativa, abbiamo detto basta!
Ci eravamo lasciati l’anno scorso dopo l’accordo con la cooperativa (nonostante il tentativo della stessa due giorni prima di firmare con la CGIL) con dei punti che prevedevano l’introduzione della carenza per malattia per 4 eventi all’anno, il pagamento di 13esima e 14esima al 100%, il riconoscimento della clausola sociale (con la cooperativa e non con il committente) , lo spostamento dell’anzianità di cantiere nella parte alta della busta paga (solo per Aspiag Mestrino) . Tutte questioni previste dal CCNL e per cui l’azienda era tenuta comunque a “cedere” alle richieste. Avevamo aggiunto la possibilità di introdurre un Ticket Restaurant staccato dal premio di produttività, legato semplicemente alla presenza (minimo 6 ore di lavoro) , forma di integrazione al reddito totalmente detassato per l’azienda e netto per il lavoratore. Mentre in tutti i magazzini dove come ADL COBAS siamo presenti abbiamo il Ticket di 5,29 euro non legato né ad un minimo di ore né alla produttività, qui in MG per andare incontro alle Richieste della cooperativa, abbiamo accettato un premio presenza di euro 2,50 solo per i magazzini di San Pietro in Gu e Dueville, mentre per Mestrino il discorso era stato rimandato. Con la promessa che comunque nel 2017 si sarebbe portato avanti il discorso per poi arrivare alla forma finita del Ticket di euro 5,29.
Ciò nonostante nell’ultimo incontro con la cooperativa, avevamo comunque provato a trovare un punto di incontro fermando la richiesta a euro 4 invece che 5,29.
La risposta della cooperativa è stata comunque negativa, improntando le loro “proposte” solamente sulla produttività, nonostante in tutti i magazzini dove è presente la maggior parte dei nostri iscritti la media sia molto alta, anche a detta dei responsabili. Noi crediamo che invece la volontà della COOPERATIVA e del CONSORZIO ma anche di LEGACOOP sia quello ancora una volta di non voler concedere ad un sindacato conflittuale come ADL COBAS le conquiste che ormai sono realtà in tutti magazzini della logistica. Riprendiamo quindi i fili del discorso e ribadiamo le nostre richieste:

Ticket restaurant: A fronte della totale chiusura da parte della cooperativa rispetto all’ipotesi di introduzione di un ticket restaurant, motivata da presunte argomentazioni di tipo fiscale, considerato che in molti magazzini sia a livello provinciale, regionale e nazionale, il ticket viene regolarmente riconosciuto, si chiede che il suddetto istituto venga riconosciuto da MG Service anche con un percorso di gradualità da concordare per iscritto, partendo da 4 euro per arrivare entro Giugno 2018 a 5,29.
– Assicurazione su infortuni: estensione di forme di assicurazione che vadano a coprire eventuali inabilità alle mansioni da parte dei lavoratori a tutti i cantieri in cui opera la cooperativa.
– Livelli e mansioni: passaggio dopo 18 mesi dal 6°j al 5° e dal 5° al 4° con una anzianità
di magazzino di 6 anni

In merito ai suddetti punti intendiamo aprire formalmente una vertenza sindacale che si prefigge il raggiungimento degli obiettivi indicati.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •