Nuovo vergognoso voltafaccia di Grafica Veneta Il nuovo rinvio è inaccettabile, la richiesta di silenzio fino al 20 ottobre in cambio di 700 euro per ciascun lavoratore una provocazione!

Nuovo vergognoso voltafaccia di Grafica Veneta Il nuovo rinvio è inaccettabile, la richiesta di silenzio fino al 20 ottobre in cambio di 700 euro per ciascun lavoratore una provocazione!

Comunicato stampa congiunto ADL COBAS FIOM-CGIL Padova

Giovedì 16 settembre, a poche ore da un incontro in sede prefettizia in cui Grafica Veneta aveva dato la sostanziale disponibilità a risolvere positivamente e celermente la vertenza, abbiamo assistito all’ennesimo clamoroso ed ingiustificato voltafaccia dell’azienda di Trebaseleghe che ha comunicato di non voler stipulare alcun accordo prima del 20 ottobre per non interferire con la richiesta di patteggiamento dei manager dell’azienda.
Inoltre, di fronte alla nostra pesante stigmatizzazione di una scelta incomprensibile – per quanto prospettato il giorno prima – e fuori luogo – visto che il tavolo di trattativa sindacale sta discutendo di lavoratori che non sono ad oggi coinvolti nel procedimento penale – Grafica Veneta invece di proporre delle soluzioni ponte ha pensato bene di provare a comprare il silenzio stampa e il blocco di ogni nostra iniziativa sindacale fino a metà ottobre offrendo 700 euro ai lavoratori di BM Services coinvolti.
Questo ennesimo e gravissimo voltafaccia dimostra che chi rappresenta Grafica Veneta non è affidabile e non ha rispetto non solo per le istituzioni, ma anche e soprattutto per i lavoratori di BM SERVICES che fino a luglio erano utilissimi ed oggi si trovano senza stipendio e senza reddito. Ci domandiamo se tale livello di avventurismo negoziale tra le altre cose, possa anche essere frutto della scarsa capacità dell’azienda a condurre trattative sindacali. O più verosimilmente sia una strategia volta a prendere tempo nella speranza da una parte di chiudere velocemente un patteggiamento per ora molto economico e dall’altra di logorare i lavoratori che con le nostre OO.SS. stanno chiedendo posti di lavoro e un risarcimento in varie forme per quello che hanno subito all’interno dello stabilimento di Grafica Veneta.
Le nostre OO.SS., nel ringraziare il Prefetto per l’autorevole tentativo di mediazione confermano la disponibilità ad ogni ulteriore incontro qualora fosse da lui convocato, ma da questo momento si sentono libere di intraprendere tutte le iniziative sindacali e legali utili a tutelare gli interessi dei propri iscritti.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •