Nessuna frontiera ai diritti. Report dal presidio

Più di 50 persone, la stragrande maggioranza migranti assistiti dallo Sportello Diritti per tutti promosso da Ass. Rumori Sinistri e da ADL Cobas a Casa Madiba sono state presenti al presidio davanti alla Prefettura questa mattina nonostante il freddo pungente.

Alla Prefetta sono state rivolte alcune richieste molto chiare:

Anche a Rimini, come altre città italiane, la cittadinanza antirazzista si sta mobilitando contro il pacchetto Minniti. Vogliamo che questa voce di contrarietà a nuove misure securitarie e razziste (rimpatri di massa, nuovi carceri etniche) che colpiscono lavoratori e lavoratrici divenuti irregolari a causa della Bossi/Fini e della crisi economica oppure perché scaricati dall’accoglienza business senza alcuna tipo di tutela e protezione, arrivi fino in Parlamento;
Chiediamo una moratoria per tutti i permessi di soggiorno diniegati per mancanza di contratto di lavoro, ovvero per tutte quelle persone divenute irregolari e che si trovano senza alcuna tutela sociale;
Chiediamo l’apertura di un tavolo immediato con tutte le OO.SS sul tema del Lavoro Gravemente Sfruttato nel territorio poiché la vicenda delle lavoratrici cinesi del Melograno licenziate e denunciate con accuse pesantissime dall’azienda dove lavoravano, fa emergere ancora una volta l’endemicità dello schiavismo nella nostra Provincia che spesso colpisce lavoratori e lavoratrici migranti o comunitari;
Chiediamo l’immediata costituzione di un nucleo di monitoraggio dei Centri di Accoglienza Straordinaria e degli Enti Gestori del territorio. Vanno immediatamente fissati degli standard minimi al di sotto dei quali, a seguito del monitoraggio, la Prefettura DEVE stralciare le convenzioni con l’Ente gestore a tutela dei diritti dei richiedenti asilo accolti e della sicurezza e benessere della città perché se i progetti funzionano non ci saranno nuovi homeless, nuove persone immesse nel circuito della microcriminalità o abbandonate agli angoli nascosti della città:
Nelle prossime settimane si svolgeranno altre iniziative di lotta e a sostegno delle lavoratrici cinesi del Melograno licenziate.

Contro ogni frontiera ai diritti e alla mobilità #NoPacchettoMinniti #NoBossiFini #MaiSchiav*

Casa Diritti Dignità

ADL Cobas E.R. – Ass. Rumori Sinistri

Servizio TeleRomagna

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •