Busitalia: parliamo di numeri

Busitalia: parliamo di numeri

A Busitalia Veneto si parla sempre di numeri, di bilanci e di economie, quindi anche noi proviamo nel nostro piccolo a dare qualche numero che sicuramente sarà poco gradito dall’azienda e sicuramente contestato, ma comunque riteniamo importante provare a fare chiarezza ed aprire un confronto che magari torni utile a ridare respiro non solo all’azienda ma sopratutto ai miseri stipendi destinati a i lavoratori.

 

Dalle delibere della Giunta Regionale si evince che per tutte le aziende di trasporto pubblico e quindi anche per Busitalia Veneto sono stati finanziati ed erogati o in via di erogazione ristori sia per mancati ricavi nel 2020 che nel 2021 che la quota di finanziamento prevista per il 2021.

 

Totale ristori erogati per mancati ricavi anno 2020                                       4.565.825

 

Totale ristori erogati per mancati ricavi anno 2021 fino al 15/06/21             3.004.966

—————

                                                                                                     tot:            7.570.791

 

Finanziamento erogato od in via di erogazione anno 2021 circa                48.087.425

 

sommando quindi quanto erogato fino ad oggi per mancati ricavi                3.004.425

—————-

abbiamo per l’anno 2021 una somma pari circa  a                                       51.092.391

 

A queste cifre dobbiamo associare per avere il quadro complessivo anche dei costi di quanto è il costo del personale che ovviamente non abbiamo per l’anno 2021 ma che crediamo sia certamente paragonabile all’anno 2020 ricavato ovviamente dal bolancio aziendale del 2020 dichiarato per un valore di:                                            37.563.509

 

costo notevolmente diminuito rispetto al 2019 che valeva                           42.906.469

 

questa diminuzione è certamente relativa al minor numero di dipendenti, ma anche a risparmi derivanti da minor corresponsione di indennità e di premi ai lavoratori (anche se crediamo che ai dirigenti i premi siano arrivati comunque).

 

A fronte di questi numeri ed a fronte di quanto garantito dai dipendenti in questo pesante periodo di pandemia crediamo sia giusto chiedere di riconsiderare lo stipendio. le indennità ed il premio produttività erogate ai lavoratori sopratutto a partire dai neo assunti per garantire uno stipendio dignitoso a chi fornisce un servizio pubblico con rischi e responsabilità individuali come quelle in capo a tutti gli autisti.

Condividi