Annunciata la chiusura del magazzino Maxi Di di Alessandria con 130 licenziamenti ADL Cobas

Annunciata la chiusura del magazzino Maxi Di di Alessandria con 130 licenziamenti ADL Cobas

 
L’azienda Maxi Di ha annunciato la volontà di chiudere il suo magazzino della grande distribuzione organizzata ad Alessandria, nonostante a fine novembre dell’anno scorso si fosse impegnata formalmente in Prefettura a spostare esclusivamente i reparti frutta e fresco presso il magazzino di Vercelli.
Invece nella giornata di ieri la ditta che gestisce il magazzino ha comunicato formalmente la chiusura dell’attività nei prossimi mesi e un impegno alquanto generico alla salvaguardia dei livelli occupazionali.
Oggi l’assemblea dei lavoratori ha deciso di iniziare le iniziative di lotta in difesa del posto di lavoro e fra poche ore inizierà uno sciopero di 24 ore con l’obiettivo dichiarato di paralizzare le attività del magazzino.
Le lavoratrici e i lavoratori chiedono alla Prefettura di Alessandria di convocare urgentemente le parti al fine di vagliare le soluzioni possibili con l’obiettivo di difendere tutti i posti di lavoro.
Chi pensava di poter annunciare 130 licenziamenti tenendo calmi i lavoratori ha fatto male i suoi conti.
Siamo pronti a sederci a un tavolo di confronto ma siamo anche pronti a lottare con ogni mezzo necessario.
No ai licenziamenti, giù le mani dal magazzino Maxi Di di Alessandria.
Di fronte alla arroganza della proprietà e alle manovre furbesche della gestione, siamo passati dalle parole ai fatti.
È iniziato alle 21 con 4 ore di anticipo lo sciopero al magazzino Maxi Di di Alessandria per impedire l’uscita della frutta. A nulla è servito il tentativo di fare uscire i camion in anticipo. Il magazzino è vuoto e totalmente bloccato e decine di camion non possono uscire. Sarà una lunga notte di lotta contro i 130 licenziamenti annunciati.
Tutti insieme per difendere i posti di lavoro.
ADL Cobas