Operaio licenziato per uno sbaglio nel certificato medico: cosi’ i padroni approfittano dell’emergenza coronavirus

Nelle fabbriche del Nordest può succedere anche questo: un operaio della Casagrande srl, una fabbrica del settore plastica in zona Conegliano, riceve un certificato dal medico che, mentre al telefono gli dice che sono 5 giorni di malattia, per errore indica solo 2 giorni. Per questa banale svista l’Azienda ritiene

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Continua a leggere