R.I.S.P. 𝗡𝗮𝘀𝗰𝗲 𝗹𝗮 𝗥𝗲𝘁𝗲 𝗜𝗻𝘁𝗲𝗿𝗦𝗶𝗻𝗱𝗮𝗰𝗮𝗹𝗲 𝗣𝗿𝗼𝗳𝗲𝘀𝘀𝗶𝗼𝗻𝗶𝘀𝘁* 𝘀𝗽𝗲𝘁𝘁𝗮𝗰𝗼𝗹𝗼 𝗲 𝗰𝘂𝗹𝘁𝘂𝗿𝗮 (𝗥.𝗜.𝗦.𝗣.) 𝗰𝗼𝗺𝗲 𝘀𝘁𝗿𝘂𝗺𝗲𝗻𝘁𝗼 𝗱𝗶 𝘀𝗼𝘀𝘁𝗲𝗴𝗻𝗼 𝗲 𝗿𝗶𝘀𝗽𝗼𝘀𝘁𝗮 𝗮𝗹𝗹𝗮 𝗿𝗲𝘁𝗲 𝗣𝗿𝗼𝗳𝗲𝘀𝘀𝗶𝗼𝗻𝗶𝘀𝘁* 𝗦𝗽𝗲𝘁𝘁𝗮𝗰𝗼𝗹𝗼 𝗲 𝗖𝘂𝗹𝘁𝘂𝗿𝗮 - 𝗘𝗺𝗲𝗿𝗴𝗲𝗻𝘇𝗮 𝗖𝗼𝗻𝘁𝗶𝗻𝘂𝗮!

R.I.S.P. 𝗡𝗮𝘀𝗰𝗲 𝗹𝗮 𝗥𝗲𝘁𝗲 𝗜𝗻𝘁𝗲𝗿𝗦𝗶𝗻𝗱𝗮𝗰𝗮𝗹𝗲 𝗣𝗿𝗼𝗳𝗲𝘀𝘀𝗶𝗼𝗻𝗶𝘀𝘁* 𝘀𝗽𝗲𝘁𝘁𝗮𝗰𝗼𝗹𝗼 𝗲 𝗰𝘂𝗹𝘁𝘂𝗿𝗮 (𝗥.𝗜.𝗦.𝗣.) 𝗰𝗼𝗺𝗲 𝘀𝘁𝗿𝘂𝗺𝗲𝗻𝘁𝗼 𝗱𝗶 𝘀𝗼𝘀𝘁𝗲𝗴𝗻𝗼 𝗲 𝗿𝗶𝘀𝗽𝗼𝘀𝘁𝗮 𝗮𝗹𝗹𝗮 𝗿𝗲𝘁𝗲 𝗣𝗿𝗼𝗳𝗲𝘀𝘀𝗶𝗼𝗻𝗶𝘀𝘁* 𝗦𝗽𝗲𝘁𝘁𝗮𝗰𝗼𝗹𝗼 𝗲 𝗖𝘂𝗹𝘁𝘂𝗿𝗮 - 𝗘𝗺𝗲𝗿𝗴𝗲𝗻𝘇𝗮 𝗖𝗼𝗻𝘁𝗶𝗻𝘂𝗮!

Il primo settore a fermarsi e ultimo a ripartire, con quella che, come abbiamo ribadito in queste settimane, è stata solamente una falsa ripartenza. La riapertura del 15 Giugno ha consentito soltanto la costruzione di qualche evento o la riapertura di qualche teatro, ma a causa delle “risorse contingentate” e concentrate quasi interamente per i profitti di pochi, e delle norme anti contagio, migliaia di lavoratori non sono stati richiamati a lavorare, centinaia di produzioni di spettacoli live sono saltati, fiere e congressi non sono ancora possibili, manifestazioni ed eventi estivi sono estremamente limitati. Cosa significa questo per un lavoratore o una lavoratrice del settore? Che anche per quei pochi fortunati che riprenderanno a lavorare, c’è il rischio concreto di una riduzione del compenso e di una ulteriore contrazione di tutele, rischio che in questi giorni si sta concretizzando. In questi ultimi 4 mesi assemblee e confronto fra lavoratrici e lavoratori hanno portato alla consapevolezza della potenza della solidarietà, in grado di costruire nuove tutele e diritti, e dell’unione di tutte le figure impiegate all’interno di questo comparto. Consapevolezza di poter evitare di essere sottopagati, di poter rifiutare la 13° ora di lavoro consecutiva, di dover essere inquadrati al livello corretto e, soprattutto, con il CCNL adeguato, portando così alla luce le condizioni di precarietà e sfruttamento, riscontrabili anche in altri settori e che sono vivono vissute da migliaia di precari e intermittenti di altri comparti Per questo Adl Cobas, CLAP – Camere del Lavoro Autonomo e Precario e Si Cobas Lavoratori Autorganizzati si mettono a servizio, come sindacati di base, del movimento autorganizzato di Professionist* dello spettacolo, costruendo, a fianco di lavoratori e lavoratrici delle assemblee territoriali, sportelli di consulenza sindacale su tutto il territorio nazionale, tentando di promuovere anche un modo diverso di fare sindacato e rompendo con individualismi e divisioni che spesso caratterizzano l’azione dei sindacati confederali. Una coalizione di scopo quindi come strumento della rete, che vede nell’assemblea di Professionist* spettacolo e cultura l’unico luogo decisionale degli obiettivi ,della strategia e delle forme di lotta, uniformandosi così alle pratiche che lo contraddistinguono. Lo strumento sindacale di lavoratori e lavoratrici, per lavoratori e lavoratrici, uno strumento utile ed indispensabile da aggiungere alla cassetta degli attrezzi, per continuare a costruire un cammino comune fatto di lotte e rivendicazioni e per riuscire a conquistare i diritti finora negati.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •