Contro licenziamenti e macelleria sociale l’intero sindacalismo di base si unisce e proclama uno sciopero generale dei settori privati e pubblici su tutto il territorio nazionale per l’intera giornata del 18/10/2021 Comunicato delle organizzazioni firmatarie

I licenziamenti alla Gianetti Ruote, alla GKN e alla Whirpool, si aggiungono alle migliaia avviati in piccole aziende che non arrivano alla cronaca nazionale e vanno a ingrossare gli oltre 900 mila lavoratori e lavoratrici licenziati nel corso di questi ultimi mesi. Lo sblocco dei licenziamenti sottoscritto con la complicità

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Continua a leggere

Mobilitiamoci contro il G20 delle banche e della finanza a Venezia Appuntamento alle 14.30 alle Zattere

Dal 7 all’11 luglio a Venezia si terrà il meeting dei 20 ministri della finanza e delle banche dei 20 paesi più ricchi ed industrializzati. E’ evidente come il mondo finanziario risulti determinante in tutte le politiche che riguardano la vita delle lavoratrici e dei lavoratori, le fasce più deboli

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Continua a leggere

Salario minimo orario e la condizione retributiva nell’attuale mercato del lavoro precarizzato. Scheda di ADLcobas

Note preliminari 1. Nel luglio 2019 l’allora Ministro del Lavoro del Governo giallo-verde Luigi Di Maio annunciava come imminente una legge che avrebbe istituito anche in Italia come in gran parte dell’Europa il salario minimo orario: “se hai un lavoro” dichiarava “non puoi prendere meno di 9 euro lordi all’ora”.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Continua a leggere

STRAGE di Viareggio. Solidarietà, Mutualismo, Autoorganizzazione di Alessandro Pellegatta, Dante De Angelis, Filippo Cufari, Giuseppe Pinto, Maurizio Giuntini (RLS FF.SS.)

Viareggio, 1° maggio 2021 –​ Non eravamo soli.​ Oggi nella data simbolo per tutti i lavoratori, possiamo dirlo forte. Al nostro fianco come Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza, in quelle aule dei tribunali sui banchi delle parti civili, per quasi dieci anni, oltre ai familiari delle vittime, c’erano migliaia

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Continua a leggere