BASTA LAVORO POVERO, BASTA PRECARIETÀ! REDDITO UNIVERSALE E SALARIO MINIMO PER TUTTI E TUTTE! VENERDI 25 NOVEMBRE GIORNATA DI MOBILITAZIONE NAZIONALE CONTRO IL LAVORO POVERO, PER L'INNALZAMENTO DEI SALARI E IL SALARIO MINIMO DI ALMENO 10 € ALL’ORA PER LA DIFESA E L'ESTENZIONE UNIVERSALISTICA DEL REDDITO DI CITTADINANZA

Il 25 novembre, quest’anno curiosamente è fondamentale giornata mondiale di lotta contro tutte le forme di violenza sulle donne che celebrazione laica del modello di sfruttamento capitalistico globale incarnata nel black friday, ci mobiliteremo in una situazione salariale e lavorativa ancor più aggravata dalla crisi pandemica. Nell’ultimo trentennio in Italia

Continua a leggere

PADOVA – CONFERENZA STAMPA DAVANTI LE CASA SGOMBERATE IN VIA MELETTE

CONFERENZA STAMPA DAVANTI LE CASA SGOMBERATE IN VIA MELETTE Oggi siamo sotto via Melette per una conferenza stampa dopo il violento sgombero di mercoledì mattina per ribadire che il vero crimine è lasciare le case vuote a marcire. Rispediamo al mittente le dichiarazioni per cui l’occupazione toglie le case a

Continua a leggere

Sabato 29 Ottobre | NOI LA CRISI NON LA PAGHIAMO H. 15.30 - Piazza dei Martiri a Belluno

La guerra in atto nel cuore dell’Europa ha determinato uno scenario sempre più preoccupante. Il blocco o il rallentamento di tante attività produttive, dovuto sostanzialmente all’aumento dei costi energetici e alle difficoltà di reperimento delle materie prime, sta mettendo in grossa difficoltà sempre più persone appartenenti a diverse categorie sociali

Continua a leggere

COSTRUIAMO UN PERCORSO DI LOTTA IN TUTTI I TERRITORI PER CONTRASTARE IL CAROVITA, L’ACUIRSI DELLA CRISI CLIMATICA, L’AUMENTO DELLE SPESE MILITARI, PER LA GIUSTIZIA SOCIALE E CLIMATICA, CONTRO OGNI FORMA DI DISCRIMINAZIONE.

L’autunno si è aperto all’insegna del sovrapporsi di varie crisi che stanno investendo in maniera sempre più drammatica  l’intera umanità. Non possiamo non guardare con apprensione a quello che sta succedendo, di fronte a scenari inimmaginabili fino a poco tempo fa e che per certi versi sembrano muoversi ad un

Continua a leggere

Non c’è più tempo: basta lavoro precario nell’Università Il Coordinamento nazionale Re-Strike scrive una lettera aperta. Lavoratrici e lavoratori universitari denunciano la riforma del reclutamento universitario e invitano a convergere venerdì 4 novembre all’Università “Sapienza” di Roma in una prima assemblea nazionale, per pensare una contro-riforma che sia spazio inclusivo per precari e precarie

L’articolo 14 del DL “PNRR bis”, convertito in Legge (79/2022) lo scorso 29 giungo, riforma il reclutamento universitario, eliminando gli assegni di ricerca (contratti di collaborazione) e riducendo a due le tipologie contrattuali (subordinazione, ma temporanea) per fare ricerca e accedere alla docenza. In assenza di risorse aggiuntive, come la

Continua a leggere